JHS HARD DRIVE

In quindici anni di storia di JHS Pedals, l’Hard Drive è il primo tentativo di realizzare un pedale di distorsione moderno e con aggressività di tutto rispetto, non basato su un circuito precedente o su una topologia classica. Nel 2016, Josh ha avuto l'idea di sviluppare un circuito che coprisse i migliori toni di distorsione high-gain degli anni '90 e 2000: un suono che incarnava il movimento rock alternativo post-grunge. 


Tutto è iniziato studiando i pedali esistenti, poi gli amplificatori e, dopo aver esplorato i percorsi tipici dei circuiti, il tavolo da gioco è stato completamente rivoltato e si è deciso di ripartire da zero. Otto anni dopo, il pedale è finito e pronto per mostrarvi il “next-level” della distorsione: l'Hard Drive è di gran lunga il pedale più maleducato che la casa di Kansas City abbia realizzato fino ad oggi.

Con un nuovo approccio alla distorsione ad alto guadagno in un formato a pedale, l'Hard Drive è progettato su stadi di gain in cascata e un circuito limiter, seguiti da una sezione di amplificazione in classe AB che pilota un equalizzatore "sweepable midrange" e controlli Baxandall per bassi e alti.

 Grazie alla generosa dotazione di controlli, l'Hard Drive consente di regolare qualsiasi aspetto del tono, passando agilmente dal crunch di un amplificatore valvolare al giusto volume ad un vero e proprio muro di distorsione che può facilmente farsi sentire su qualsiasi palco o mix in studio.

L'Hard Drive occupa un posto speciale nella storia di JHS in quanto è il progetto finale dell’insostituibile ex ingegnere capo, Cliff Smith: il prototipo e il progetto erano stati ultimati poche settimane prima della sua scomparsa nel 2021.

JHS-HDBL
309,00 €
JHS-HDTN
309,00 €

"Non so se c'è mai stato un circuito JHS su cui abbiamo sperimentato di più, con un approccio curioso e creativo volto ottenere il giusto risultato. Sapevo che ne sarebbe venuto fuori qualcosa di grandioso e abbiamo lasciato sedimentare l’idea per qualche tempo.

Cliff ha sempre definito l’Hard Drive come un “circuito bastardo” e non potrei essere più d'accordo: non si tratta di un clone di qualcosa in particolare, ma piuttosto di un'iterazione originale di tonnellate di ispirazioni e idee diverse, un po' come la Colour Box che lui e io avevamo sviluppato anni prima. Il ricordo di Cliff che trascorreva interi fine settimana e notti ad armeggiare e sperimentare con questo circuito, è vivido nella mia mente, con i continui messaggi e appunti che mi mandava nei fine settimana, quando si entusiasmava per qualcosa in cui era incappato. Questo pedale non è stato il suo lavoro, ma il suo hobby per molto tempo: amava davvero i grandi e complicati stadi di guadagno e la sfida di far rispondere i circuiti a stato solido come un amplificatore a valvole. Essendo un progetto di passione che è diventato un prodotto reale grazie al lavoro costante di Cliff, non riesco a pensare a un'ultima uscita più appropriata di quella dell'Hard Drive.
Cliff amava imparare e questa è stata la sua ultima masterclass, è un onore poterlo finalmente presentare al mercato e far sì che la gente possa godere dell'idea che è stato in grado di realizzare".

Josh Scott – JHS Pedals CEO

Login

Prodotti

Confronta0